Un’altra vittoria per i Pirates 1984  nel campionato italiano di 2° divisione(IFL2) di football americano. Una vittoria che consente al  team del presidente Giacchello di confermare  il primo posto  del girone . La partita contro i Reapers Torino , che li vedeva appaiati in classifica ai Pirates, poteva rivelarsi una trappola per i ragazzi di Coach Giuso.  I ragazzi di coach Merola non avevano ,giustamente, nessuna intenzione di essere le vittime  sacrificali,  ma erano scesi in Liguria per capire a che punto fossero i loro progressi e  per verificare sul campo , contro un avversario ritenuto  oggettivamente piu forte delle ultime squadre da loro affrontate, la potenzialita del loro gioco . I torinesi nonostante la sconfitta , non escono affatto ridimensionati, anzi.  Potranno essere sicuramente la mina vagante durante i playoff. 

 Da parte pirata, alcune verifiche andavano fatte. Testare ulteriormente il gioco aereo , verificare la tenuta dei back up e verificare la capacita di  tenere sempre alta la concentrazione.  Coach Giuso  deve ritenersi soddisfatto dalla risposta positiva data sul campo dai suoi ragazzi.

Una splendida giornata di sole con un pubblico sulle 200 unita’ , accoglie l’ingresso in campo dei team con i  Pirates con le nuove mute in total  Blu Royal ed i Reapers in total white. Graditi ospiti in tribuna il Sindaco di Albisola Superiore Maurizio Garbarini, il Presidente del CONI Liguria Dr. Antonio Micillo, l’Assessora allo Sport del Comune di Genova Dr. Alessandra Bianchi che ha portato i saluti del Sindaco di Genova appassionato di football americano , Dr. Marco Bucci impossibilitato a causa di un contrattempo improvviso.

Pronti via e sono subito i torinesi che con un onside kick recuperano subito il pallone.  Con due primi down consecutivi si affacciano alla red zone ligure. La difesa si sveglia e blocca ogni tentativo lasciando ai torinesi solamente un field goal

Pirates 0 – Reapers 3

Questi sono i primi 3 punti incassati dai Pirates nelle prime 3 partite. Entra la offense ligure ,  ma stenta a macinare yards anche per l’attenta difesa piemontese. Punt. Qui succede un piccolo dramma. Il calciatore pirata #99 Alessandro Bologna, nel tentativo di recuperare il pallone arrivato con un brutto snap, mette il ginocchio a terra che, a termini di regolamento , ferma subito l’azione. Purtroppo per i pirati, la palla passa all’attacco torinese in una zona di campo a loro favorevole ovvero in red zone , sulle 15 yds liguri.  Ma e’ la difesa pirata “ The Black Wall” che con un intercetto del # 5 Eros Mascali , riconsegna immediatamente la palla al proprio attacco. 

Ma in questa fase della partita sono le due difese che dominano i rispettivi attacchi. Nessun attacco riesce ad essere incisivo.

Al cambio di cambio di campo  per la fine del ¼, la offense pirata rientra e con un paio di corse e con un  lancio preciso del #1 Federico Burato per il #17 Francesco Maniezzi, si affaccia in territorio piemontese.  Ed e’ ancora #1 Burato che pesca in meta il #87 Filippo Fiammenghi con un lancio di 20 yds. Il cecchino #2 Stefano Raffaelli centra i pali.

Pirates 7 – Reapers 3.

La difesa ligure si erge ad assoluta protagonista del match. Tutte le iniziative dell’attacco torinese vengono stroncate sul nascere. I piemontesi forzano il gioco aereo ma, il #31 Stefano Leidi continua la sua serie di intercetti e recupera il pallone .

Una serie di giochi aerei ben orchestrata dal regista #1 Burato porta la offense nella end zone piemontese. Ed ancora un preciso lancio di #1 Burato che trova nuovamente #87 Filippo Fiammenghi in meta . Trasformazione di #2 Raffaelli tra i pali.

Pirates 14 – Reapers 3.

Siamo allo scadere del primo tempo. I PIrates ripartono dalle proprie 15 yds e con un ottimo drive di corse del #3 Giacomo Querzola si portano nuovamente in territorio torinese.  Qui ancora #1 Burato trova con un lancio di 30 yds il #15 David Baca che si invola solitario in meta. #2 Raffaelli non sbaglia la trasformazione.

PIRATES 21 – Reapers 3

Fine primo tempo

Nel secondo tempo i Pirates cominciano a fare ruotare tutti gli effettivi a disposizione sia in attacco che in difesa. Ancora una volta e’ la difesa pirata  che fa dormire sonni tranquilli al side line ligure, bloccando tutto e tutti.  In cabina di regia intanto sale in cattedra #8 Radu Buchi che orchestra un ottimo drive arrivando fino alle 10 yds piemontesi. Qui un errore , un fumble del #1 Burato, chiamato a fare anche il portatore di palla, riconsegna l’ovale ai piemontesi sulle loro 5 yds.

Purtroppo per loro, “ The Black Wall”, ma oggi meglio dire “ The Blue Wall”, impone la sua regola, ovvero, non si passa. Ed e’ il pirata  #25 Andrea Matarese che,  con un fulmineo blitz, causa una safety, ovvero un placcaggio all’interno dell ‘area di meta avversaria, mettendo a tabellino 2 punti per i liguri.

Pirates 23 – Reapers 3

All’inizio del ultimo quarto di fatto , la partita non ha piu nulla da dire. I pirati sono in totale  controllo del match. Da registrare un intercetto , senza conseguenze per i pirati,  della difesa piemontese ai danni del #12 Niccolo Arnaldi  ed un field goal sbagliato da #2 Raffaelli e una serie di ottime corse del rientrante #27 Fabrizio Longato che  mette a disposizione un’altra arma letale per coach Giuso. Ma e’ ancora la difesa pirata che mette la firma sulla vittoria, facendo perdere la palla al runningback avversario sulle 15 yds del territorio torinese. La offense ringrazia ed e’ #1 Burato che con una breve corsa entra in meta. Trasformazione di #2 Raffaelli perfetta.

Pirates 30 – Reapers 3

 Buona prova dei Pirates contro un  avversario difficile ,molto fisico,  che ha impegnato i pirati  fino dall’inizio,  senza mollare , onorando il campo e l’avversario  sempre in modo corretto e leale. 

NatpowerH  MVP del match #46 Enrico Reglioni Linebacker difesa.

Premio Famiglia Cotarella a#87 Filippo Fiammenghi autore del primo td.

Altre buone notizie intanto dal settore femminile. Le nostre ragazze erano impegnate ad Asti  nel primo bowl stagionale, contro le vice campionesse d’Italia Skorpions Varese, le Driadi Torino e le Arciere di Asti. Le ragazze pirata si aggiudicano il bowl con tre vittorie e zero sconfitte battendo per 18 a 12 le Skorpions , 12 a 7 le Driadi e 31 a 0 le Arciere.  Ottima prova delle nostre ragazze che comandano  la classifica  come il team tackle maschile senior.

Per la flag junior i nostri ragazzi U13 saranno impegnati al Pirates Field Sabato 30 Marzo alla prima di campionato contro i Mad Dogs Milano. Inizio ore 10,30

Per il team senior  una settimana di pausa pasquale per poi riprendere gli allenamenti in vista della trasferta del 7 Aprile contro i Blue Storms.